Bombe di semi: ricetta per un’esplosione di fiori

Ricetta per le bombe di semi

Le bombe di semi sono l’arma pacifica privilegiata dei giardinieri urbani d’assalto, persone che disseminano di fiori e alberi le città per combattere il degrado nel segno del guerriglia gardening.
Il guerriglia gardening, a dispetto del suo nome, è una forma di azione del tutto non violenta nata negli Stati Uniti negli anni Settanta e diffusasi rapidamente nel resto del mondo.

L’idea è semplice: un gruppo di cittadini o attivisti ambientali individua un’area della città degradata o semplicemente brulla, sporca o sottoutilizzata e decide di ripulirla e popolarla di piante, fiori e alberi.
Agiscono spontaneamente, si autofinanziano o raccolgono piante e semi dagli abitanti del quartiere, si infilano i guanti e cominciano a ripulire e rinverdire la zona. Spesso agiscono nottetempo: non è affatto “legale” intervenire su uno spazio pubblico o di proprietà altrui, anche se questo versa in uno stato di degrado e sporcizia e l’intervento è innegabilmente a vantaggio della comunità. Affinché l’intervento di guerrilla gardening lasci davvero un segno, i giardinieri d’assalto si impegnano soprattutto a coinvolgere gli abitanti del quartiere, a farli partecipare all’attacco verde o almeno a farsi promettere che si prenderanno cura dello spazio riqualificato e che innaffieranno le piante.
E quando l’area abbandonata è oltre un cancello o in un’area inaccessibile, ecco che si interviene con le bombe di semi: palline di terra e argilla contenenti semi di fiori, che vengono lanciate e che grazie all’azione di pioggia e sole daranno vita a distese fiorite e colorate.
Prepararle è semplice e divertente ed è un’attività molto gradita dai bambini!

Ecco gli ingredienti:

  • 5 parti di argilla
  • 3 parti di terra
  • Semini di piante fiorite in quantità
  • acqua quanto basta

Il procedimento è semplice: setacciare la terra e mescolarla all’argilla, aggiungere i semi ebombedisemi continuare a mescolare per distribuirli uniformemente.
Poi aggiungere a poco a poco l’acqua, finché la consistenza non diventa quella di un impasto modellabile. A quel punto formare delle palline e lasciarle asciugare almeno un paio d’ore.
Una volta che si saranno asciugate e compattate, non resterà che lanciarle in attesa di un’esplosione di fiori!

“Mettete fiori nei vostri cannoni” e, già che ci siete, anche nelle vostre bombe! #peace & #flowers